Cosa dovrei dire?

Una guida per il terapeuta per rispondere alle domande dei pazienti

Pagine: 342 Anno: 2013 ISBN: 978886763660 Categoria:

9,9919,50


    Cartaceo

    ePub

    Mobi

Descrizione prodotto

Scritto per aiutare i terapeuti a considerare le domande dei pazienti come un utile strumento per il lavoro clinico, “Cosa dovrei dire?” esplora i quesiti, alcuni espliciti altri taciti, che ciascun professionista prima o poi si sente porre dai propri pazienti. Linda Edelstein e Charles Waehler, autori del libro e terapeuti esperti, mostrano come le risposte alle domande dei pazienti possano plasmare un clima terapeutico che favorisce la scoperta e la crescita personale. Strutturato in capitoli tematici che raccolgono le domande e le risposte per ogni specifico argomento trattato, questo manuale è scritto in tono colloquiale ed è ricco di esempi personali tratti dall’esperienza decennale dei due terapeuti, spaziando dal tema della religione al sesso, dal denaro ai sogni. “Cosa dovrei dire?” propone come gestire domande spesso scomode o imbarazzanti per il terapeuta come ad esempio:

  • Lei prende appunti? Posso leggerli? (Capitolo 1, Le prime sedute)
  • Mi scusi, sono in ritardo. Posso avere qualche minuto in più? (Capitolo 9, Confini)
  • Non credo a questa stronzata della terapia. Lei cosa ne pensa? (Capitolo 3, Il processo terapeutico)
  • Perché cambiare è così difficile? (Capitolo 4, Aspettative sul cambiamento)
  • Parteciperà alla discussione della mia tesi di laurea? (Capitolo 20, Fuori dallo studio)
  • Dove va in vacanza? (Capitolo 10, Domande personali)
  • Ho dato il suo nominativo a un’amica che vuole intraprendere una terapia. La vedrà? (Capitolo 9, Confini)
  • Dovrei pregare per i miei problemi? (Capitolo 12, Religione e spiritualità)
  • Mi trova attraente? (Capitolo 11, Sessualità)

Il potere della terapia risiede nella libertà che offre ai pazienti di parlare di qualsiasi argomento. Non deve stupire che i pazienti sorprendano i terapeuti con le proprie esperienze e con le domande che a volte pongono. “Cosa dovrei dire?” ci spiega come queste domande, a prescindere da quanto difficili o disarmanti sembrino, possano rappresentare un valido supporto al processo terapeutico piuttosto che un elemento di rottura della relazione paziente-terapeuta.

Prefazione

PARTE 1 - Domande di varia natura
PARTE 2 - Le domande dei pazienti e le risposte del terapeuta suddivise per tematica

Pensieri conclusivi
Bibliografia